Wertheimer: Effetto Phi

perussia.it-scheda-wertheimerphi

L’Effetto Phi, uno dei più classici in psicologia, attiene al fenomeno della persistenza percettiva degli oggetti Fenomeno psicologico per cui tendiamo a integrare gli stimoli che continuamente arrivano ai nostri organi di senso, dall’ambiente che ci circonda, come se questi fossero sempre originati da singoli oggetti permanenti (anche quando non … puoi sapere di più

Percezione

perussia.it-scheda-percezione

Percezione è dal latino per (per mezzo di) e capere (prendere). In senso psicologico: indica il nostro raccogliere nella mente la realtà esterna, per il tramite dei sensi. E’ l’atto di: distinguere, avvertire, conoscere La percezione, su cui sono state sviluppate molte teorie, è una delle funzioni psicologiche più studiate … puoi sapere di più

Psicologia ed Ecologia

perussia-ecologia-psicologia-3-400

  Uno degli sforzi teorici e sperimentali più stimolanti, tra quelli che hanno rinnovato in campo internazionale la ricerca psicologica a partire dagli anni ’70, è consistito nell’analisi dei rapporti tra il soggetto ed il suo ambiente. La gravità della compromissione dell’habitat, e la difficoltà a stabilire dei paradigmi obiettivi … puoi sapere di più

Oggetti tridimensionali e completamento amodale

Kanizsa_triangle-red

  Riferimento bibliografico: Masini R., Perussia F., “Contrazione ed espansione fenomeniche di oggetti tridimensonali in condizioni di completamento amodale”, Reports from the Institute of Psychology, Medical Faculty, The University of Milan, Milano: Università degli Studi, 1981. Ora in: Giornale Italiano di Psicologia, 1982, 9(3), 481-489.   Di questo esperimento potrebbe … puoi sapere di più

Aspetti funzionali di superfici anomale

perussia_da_kanizsa_33

  Masini R., Perussia F., Considerazioni empiriche su alcuni aspetti funzionali di superfici anomale. In: Contributi presentati al Convegno di psicologia della percezione, Trieste, giugno 1980. Reports from the Institute of Psychology, Medical Faculty, The University of Milan. Milano: Università degli Studi, 1980, 39-46.   Al momento ho qualche difficoltà a … puoi sapere di più