La Comunicazione: Aspetti Generali

 

Concepito appositamente per introdurre la classe medica alle ultime acquisizioni in tema di Psicologia della Comunicazione, sul piano sia teorico sia operativo, il testo fa tesoro della ultra-decennale esperienza di ricerca e di consulenza maturata dagli autori.

Con un linguaggio rapido e incisivo, questa dinamica Introduzione permette alla persona colta ma non specialista della psicologia, e particolarmente al medico, di padroneggiare una prospettiva di analisi e di intervento che acquista sempre maggiore peso nella pratica professionale della terapia contemporanea.

 

SOMMARIO

 

Premessa

LA FORMA

Il processo comunicativo – Emittente – Messaggio – Modo – Mezzo – Rumore – Ricevente – Effetto – Feed-back – Comunicazione e informazione

IL CONTENUTO

Significanti e Significati – Segni – Codici – Semantica – Denotazioni e Connotazioni – Sintattica – Linguaggi – Comunicazioni non-verbali

L’ATTORE

Funzioni psicologiche di base – Psicodinamica – Interpretazioni – Narrazioni e dialoghi

L’AZIONE

Pragmatica – Sistemi – Biologia della comunicazione – Sociologia della comunicazione – Psicologia sociale della comunicazione – Mimesi, l’apprendimento sociale – Il contratto comunicativo – Assiomi della comunicazione – La comunicazione persuasiva – Verifica – Formazione alla competenza

CONCLUSIONI

Bibliografia di approfondimento

 

Estratto: PREMESSA

 

Le conoscenze, i comportamenti, gli atteggiamenti, in una parola la personalità di ciascuno di noi, si formano principalmente attraverso un processo di imitazione reciproca, definibile in generale come un esercizio mimetico. Questo si collega da una parte alla nostra interiorità individuale e dall’altra allo scambio di messaggi con l’ambiente circostante.
Tutti viviamo ricevendo costantemente informazioni. Queste ci derivano in primo luogo dal nostro apparato percettivo e in secondo luogo dalla interazione che intratteniamo con gli altri esseri umani: i genitori quando siamo bambini, poi gli amici, i colleghi, quanti incontriamo sulla nostra strada. Successivamente acquistano grande rilievo i mezzi di comunicazione di massa: i libri, i giornali, la televisione e ormai, in modo crescente, gli strumenti elettronici legati alla rivoluzione informatica, quali i computer e particolarmente internet.
L’agire comunicativo è elemento costante della vita quotidiana. Noi scambiamo continuamente messaggi, fondando inesorabilmente su di essi la nostra sopravvivenza. Per capire e rendere più efficace tale modalità attraverso la quale ci rapportiamo al mondo, occorre comprenderne bene la struttura, che è molto più complessa di quanto la nostra naturalezza abituale nel metterla in atto possa far pensare.
Questo lavoro è dedicato alla presentazione sintetica di un panorama degli aspetti principali di tale processo comunicativo, da cui tanto dipende del nostro modo di vedere la realtà, di esistere e di metterci in relazione con gli altri. Non pretendiamo di esaurire il quadro, ma di evocarne il senso globale, attraverso una specie di carotazione di alcuni suoi aspetti salienti.
La scelta delle varie voci in cui ripartire la nostra analisi è in parte arbitraria e convenzionale. Ogni costrutto presentato singolarmente sfuma in qualche modo negli altri. Ciò dipende dalla natura complessa e poliedrica della significazione e del discorso (comunicazione) su di essa. L’identificazione di uno schema di riferimento è tuttavia necessaria, benchè sempre discutibile, per organizzare l’esposizione in una sequenza.

 

 

Felice Perussia, Renata Viano (2000). La comunicazione: Aspetti generali. Napoli-Milano: Mediserve, pp. 64. Collana: Comunicare in medicina.

 

 

 

CC BY-NC-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi