Gestalt

  La Gestaltpsychologie è una scuola filosofico-psicologica fondamentale che è stata sviluppata nel primo Novecento, a partire dall’idealismo romantico di Immanuel Kant (1724-1804) e di Arthur Schopenhauer (1788-1860) e dalla fenomenologia di Edmund Husserl (1859-1938), da parte di un gruppo di psicologi che operano nelle Università di Berlino e di Graz Negli anni ’30, i suoi maggiori rappresentanti si rifugiano …

continua ...

Ipnosi (in 3 minuti)

  Si intende per ipnosi quella psicotecnica mediante cui un operatore induce ad arte, con mezzi psicologici, un intenso stato di concentrazione, di immaginazione e di suggestionabilità in un’altra persona Per estensione, il termine ipnosi viene talvolta utilizzato anche ad indicare quella particolare condizione psico-fisica di coscienza, detta Trance, in cui si trova una persona ipnotizzata L’ipnosi-suggestione è una materia …

continua ...

Associazionismo

  In base al costrutto della Associazione delle Idee: ogni idea o rappresentazione che abita la nostra vita mentale, a livello sia conscio sia subconscio, tende spontaneamente a richiamare una serie di altre idee, che ad essa in vario modo si collegano per catene associative Tale principio dell’aggregazione mentale infinita, con varie sfumature, ricorre in tutto il pensiero occidentale Teorie …

continua ...

Cognitivismo

  A partire dagli anni ’70 del Novecento, il cognitivismo conquista una posizione sempre più centrale per la psicologia universitaria statunitense Nella sua forma di Scienza Cognitiva, rappresenta un movimento scientifico-ideologico che si allarga in forma inter-disciplinare a: computer science, ingegneria, filosofia, linguistica, antropologia, biologia, neuro-scienze ecc La psicologia cognitivista è: mentalista, innatista, orientata a tradurre la psicologia in una …

continua ...

Ebbinghaus: Le curve di apprendimento

Hermann Ebbinghaus (1850-1909) è uno psicologo e filosofo tedesco, di scuola associazionista, che insegna alle Università di Berlino e di Breslau Negli anni ’80 dell’Ottocento, conduce una serie di ricerche sperimentali, molto rigorose e quantitative, sulla memoria e sull’oblio, tra le più citate Ebbinghaus è considerato uno dei padri maggiori della Nuova Psicologia Scientifica Il campione sperimentale per le sue …

continua ...

Terza Forza

  La Terza Forza (Third Force) non è propriamente una scuola psicologica bensì un modo relativamente generico per evocare un ampio settore della psicologia operativa, o della psicotecnica, negli Stati Uniti della secondo metà del Novecento Il termine è in parte sinonimo di psicologia umanistica esistenziale È un movimento, di pensiero e di azione, ben radicato nella cultura diffusa e …

continua ...

Milgram: Obbedire all’autorità

  Negli anni ‘60, lo psicologo americano Stanley Milgram (1933-1984) conduce alcune ricerche sulla obbedienza all’autorità, tra le più citate in psicologia Nella sua ricerca principale, i soggetti sperimentali sono 40 adulti volontari, uomini, lavoratori, di età media sopra i 30 anni, reclutati con un annuncio sul giornale locale, dove si chiede di partecipare a un “Esperimento sulla memoria”, della …

continua ...

Evoluzionismo

  L’evoluzionismo non è una scuola psicologica, ma un punto di riferimento concettuale che connota una parte rilevante della Nuova Psicologia moderna sin dai suoi primi passi Il movimento evoluzionista offre diverse chiavi di descrizione della natura, del comportamento, del pensiero, delle interazioni sociali, secondo una prospettiva che può essere: biologica, psicologica, filosofica, politica ecc Padre dell’evoluzionismo è considerato il …

continua ...

Bulimia psicologica

  Bulimia è avidità compulsiva di cibo Bulimia è dal greco, βοῦς (bous: bue) e λιμός (limos: fame); quindi: fame da bue (nell’uso italiano: fame da lupo) o inesorabile voracità Viene talvolta chiamata impropriamente bulimia nervosa, benché non vi sia evidenza di cause neurologiche La bulimia psicologica è un comportamento alimentare disturbato che si manifesta con: Abbuffate solitarie ricorrenti (almeno …

continua ...

Miller: Il magico numero 7

  Nel 1956 George A. Miller, della Harvard University, pubblica sulla Psycological Review uno degli articoli cui viene fatto più spesso riferimento in psicologia, intitolato: The magical number seven, plus or minus two: Some limits on our capacity for processing information Si tratta di un articolo molto tecnico, da cui viene ricavata l’indicazione secondo cui il numero di elementi che …

continua ...

Anoressia psicologica

  Anoressia è rifiuto compulsivo del cibo Viene dal privativo greco αν [an] e ορεξία [orexia]che è : desiderio, appetito; quindi: mancanza di appetito In realtà: la persona anoressica spesso prova appetito per il cibo, benché si trattenga Per cui c’è chi la definisce come ana-fagia : tendenza a non mangiare, nel senso di mangiare il meno possibile Occorre distinguere …

continua ...

Gallup: Prevedere le elezioni

Una tradizione di ricerca, tra le più rilevanti in psicologia, consiste nello studiare l’opinione pubblica, specie con riferimento alle scelte elettorali ed ai comportamenti di consumo Benché questo tipo di indagine si sia raffinato soprattutto in università, il suo enorme successo professionale è legato principalmente ai risultati ottenuti nel lavoro concreto sul campo George Gallup (1901-1984) consegue prima il Master …

continua ...