A me gli occhi ! Non necessariamente nel caso di Craft

 

 

L’espressione “A me gli occhi!” evoca immediatamente l’idea dell’ipnosi.

Ma non è affatto necessario il fantomatico “sguardo magnetico” per suggestionare la trance.

Può esercitare l’ipnosi anche un non-vedente.

Lo dimostra il caso di William Craft, ipnotista cieco della Florida che, appoggiandosi al cane Ian, ha esercitato la suggestione ipnotecnica come supporto a chi ne ha bisogno, soprattutto ai ragazzi con difficoltà di apprendimento.

 

 

 

Per conoscere veramente l’ipnosi, acquisirla come tecnica professionale e capire come può aiutarti: visita il prezioso sito IpnoTecnica.it, che abbiamo dedicato al tema della ipnoterapia e della suggestione noi come gruppo di Psicotecnica. Ne puoi ricevere certamente molto di utile proprio per te personalmente.